Rovato 5 stelle

25 agosto 2014

L’erba che uccide il 98% delle cellule tumorali ai polmoni

Sul blog Healthy Food House (200.000 follower on line) è uscito un interessante articolo su un’erba chiamata “Sweet wormwood” or “Artemisia Annua” in inglese usata in Cina come medicina che può curare il 98% delle cellule tumorali ai polmoni in meno di 16 ore.

Notizia invisibile sui media Italiani nonostante sia pubblicata ormai a Gennaio.

Leggi l’articolo completo

17 luglio 2014

Progetti nati dalla rete: Ocean Cleanup

Filed under: Ambiente,Good News,Proposte tematiche,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: ,

ocean_cleanup_02Ripulire i mari da tutta la plastica, è questo l’obiettivo di Boyan Slat, un giovane ingegnere olandese che sta raccogliendo fondi per riuscire nell’impresa:

Ha raccolto oltre un milione di dollari in 40 giorni e viaggia spedito verso l’obiettivo prefissato: due milioni di dollari in 100 giorni. L’artefice dell’impresa si chiama Boyan Slat, un diciannovenne olandese che studia ingegneria aerospaziale e con un grande amore per il mare. La sua “missione” è riuscire a ripulire gli oceani dalle tonnellate di plastica che li soffocano, tramite la sua invenzione che come uno `spazzino dei mari´ convoglia i rifiuti sfruttando le correnti, plastica in primis“.

E così è partita “la campagna di raccolta fondi per testare la tecnologia su vasta scala e avviare nel giro di tre/quattro anni il primo progetto pilota, che intende ”attaccare” la Great Pacific Garbage Patch, la mega-area di immondizia nel Pacifico fra le Hawaii e la California“.

L’invenzione, spiega La Stampa, è stata presentata nel 2012 quando Boyan aveva 17 anni, ed “è stata testata nelle Azzorre e supportata da un recente studio di fattibilità a cui ha lavorato una squadra di esperti internazionali in ingegneria, oceanografia, ecologia, diritto marittimo, finanza e riciclo dei rifiuti. Il risultato è promettente: l’idea pare sia fattibile e potrebbe rimuovere in dieci anni quasi la metà della plastica dalla gigantesca Great Pacific Garbage Patch, oltre ad essere 33 volte meno costosa dei metodi convenzionali di pulizia“.

Ed ecco come funziona l’invenzione di Boyan: “Il crowdfunding sembra premiare le idee ambiziose e quella di Boyan Slat non fa eccezione. Il suo “spazzino dei mari” si chiama Tocfunziona impiegando delle barriere galleggianti, simili a quelle usate per arginare le perdite di petrolio, che catturano i rifiuti in acqua senza arare i fondali e disturbare i pesci. L’immondizia viene convogliata in un impianto, che tritura i rifiuti prima che vengano recuperati in un container“.

Se riuscisse nel suo intento Boyan otterrebbe un grande successo in termini ambientali, tuttavia “il sistema non può catturare micro-plastiche, le più dannose per gli animali e tutta la catena alimentare, perché troppo piccole“. Ma, lo “spazzino del mare” può pur sempre catturare “la grande massa di macro-plastica da cui queste hanno origine sì. Quindi «Toc potrebbe prevenire un aumento di venti volte della diffusione delle microplastiche» ha twittato Boyan pochi giorni fa“.

E chi vuole può contribuire a ripulire i mari:La raccolta fondi dell’impresa, che si può seguire in diretta sul sito web www.theoceancleanup.com, è semplice e per tutte le tasche: sia va da un contributo di quattro euro e mezzo per raccogliere fino a un chilo di plastica, passando a 23 euro per cinque chili, fino a 550 euro per 120 chili. Con una maxi-donazione di 7.400 euro poi si arrivano a catturare 1.700 chili di plastica e stacca il `biglietto´ per una spedizione alla volta di una delle maxi-isole di immondizia della `Great Pacific Garbage Patch´. Già 22mila persone hanno creduto nel sogno di Boyan: per loro e per tutti quelli pronti a dare il loro sostegno, la speranza è che si trasformi in realtà“.

12 luglio 2014

Il comune di Monaco risparmia milioni di euro passando a Linux

linux_logoMonaco è la terza città tedesca per numero di abitanti: 1.500.000. 16.000 impiegati al governo locale usavano tecnologia Windows per i loro lavori quotidiani. PC situati in posti diversi con necessità diverse. Nel 2001, c’erano 22 unità organizzative con la proprio team informatico. Un intreccio di diverse versioni software, patch, direttori condivise e permessi utente.

In vista della fine del supporto a Windows XP hanno progettato un enorme cambio di software collettivo. Le linee guida utilizzate sono state: grande numero di applicazioni, interoperabilità tra i diversi sistemi, aggiornamenti costanti, costo di gestione basso, libertà nell’accesso e nell’uso.

Il progetto “LiMux” è stato ovviamente contrastato il più possibile. Il CEO di Microsoft Steve Ballmer è volato direttamente a Monaco per incontrare il sindaco in persona.

Alla fine del 2012, il progetto LiMux ha raggiunto l’obiettivo principale: migrare 12,000 pc a Linux.

Il cambio ha fatto risparmiare alla città più di 10.000.000 di euro. 

Ad Agosto 2013, il costo dell’intero progetto ha raggiunto 23.000.000 comparati con la stima di 34.000.000 solo per aggiornare i sistemi a Windows 7 e alle nuove versioni di Microsoft Office.

tratto da Ubuntu Blog

 

10 luglio 2014

LEX: diminuzione del divario digitale. La gestione dei nodi di interconnessione internet

struttura di reteSi discute da molti anni nel nostro paese della questione del divario digitale, e dell’accesso alla banda larga, ma ad oggi il dato di fatto è che l’Italia resta davvero molto indietro in Europa, come dimostrano questi dati forniti da Eurostat

Con questo disegno di legge vogliamo ottenere tre cose essenziali:

  1. la prima è migliorare la qualità del collegamento ad internet per equipararlo finalmente a quello dei Paesi del mondo più avanzati;
  2. la seconda è far in modo che a goderne siano tutti i cittadini italiani in ogni regione ed in eguale misura;
  3. la terza è quella di affidare al servizio pubblico sia la gestione (alle Regioni) che la pianificazione (Ministero dello Sviluppo)

Gli obiettivi dei punti 1 e 2, si possono ottenere installando i punti di interscambio IXP in tutte le regioni in cui ancora non sono presenti. Un Internet Exchange Point (IXP), è un’infrastruttura fisica che permette a diversi fornitori di accesso (Internet Service Provider o ISP) di scambiare traffico Internet fra loro, interconnettendo le proprie infrastrutture attraverso accordi reciproci.
Lo scopo principale di un IXP è infatti quello di permettere alle reti degli ISP di interconnettersi fra di loro direttamente, attraverso il punto di interscambio, piuttosto che far passare il traffico attraverso uno o più provider esterni.

I vantaggi sono i seguenti:

  • Efficienza – la connessione diretta fra due reti, senza passaggi intermedi, minimizza il tempo necessario al traffico dati;
  • Affidabilità – la diversificazione delle connessioni che un operatore ha verso il resto degli ISP gli permette di evitare un “oscuramento” qualora un collegamento dovesse venire meno, aumentando così la ridondanza dell’infrastruttura di rete.

Hai qualche suggerimento/obiezione/critica/suggerimento? Iscriviti o Partecipa alla discussione

di Vilma Moronese | Guarda il video di presentazione

7 luglio 2014

Abolizione equitalia: oggi discussione alla camera

equitalia“Era uno dei nostri 20 punti: l’abolizione di Equitalia. Abbiamo presentato la nostra proposta di legge ad Aprile, insieme a Beppe che è venuto a trovarci alla Camera. Adesso arriva la prima bella notizia: la proposta di legge del Movimento 5 Stelle che prevede l’abolizione di Equitalia, con il trasferimento delle sue funzioni all’Agenzia delle Entrate, sarà finalmente discussa in aula il 7 Luglio.

I nostri capigruppo si sono battuti fino in fondo e ce l’hanno fatta. I partiti dovranno ora metterci la faccia: emenderanno la legge per portarla in aula svuotata di senso, oppure dimostreranno di avere a cuore le sorti dei cittadini oppressi dalla crisi? La battaglia non è finita, ed è nelle mani del Parlamento.
Se volete aiutarci a sensibilizzare i partiti, mandate una mail a causi_m@camera.it chiedendo con forza di abolire Equitalia. Marco Causi è il capogruppo PD in Commissione Finanze: sarà lui a decidere se il suo partito potrà “scongelarsi” e, per una volta, cambiareverso.” 

M5S Camera

2 luglio 2014

Gussago: il porta a porta fa passare la differenziata dal 47% al 76%

monnezza_differenziataIl servizio è attivo da un anno e si calcola una riduzione della raccolta indifferenziata, inoltre la differenziata ha subito un aumento di percentuale, dal 47,2% al 76,5%.

I dati sono calcolati da gennaio-luglio 2013 ai primi mesi del 2014.
I prezzi sono aumentati ma nel 2015 si prevede una riduzione delle tariffe, l’assessore all’Ambiente Giovanni Coccoli ha detto: ” I cassonetti non offrivano di certo un bello spettacolo visivo e olfattivo, ora i sacchetti vengono ritirati la mattina e il problema è decisamente minore; il servizio costa di più ma la tariffa calerà nel 2015. La riduzione di indifferenziato va ad abbassare le tariffe”.

Non mancano le lamentele, molti cittadini continuano a lamentarsi per i sacchetti per strada, inoltre nutrono dubbi sul sistema, molti sono convinti che tutti i rifiuti finiscano nell’inceneritore, oltre che per i costi maggiori, ma l’assessore rassicura la popolazione: “Stiamo cercando di arginare il fenomeno di abbandono del rifiuto con le contravvenzioni. Aprica guadagna sulla differenziata e quindi il ragionamento dell’inceneritore non ha alcun senso”.

Tratto da Brescia Point

26 giugno 2014

Legge elettorale: video integrale incontro M5S – PD

Filed under: Good News,Proposte tematiche,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , ,

incontro_pd_m5sIl 16 giugno il MoVimento 5 Stelle ha invitato ufficialmente Matteo Renzi ad un incontro nel merito della riforma della legge elettorale. Il 25 Giugno presso la sala della commissione Esteri della Camera dei deputati, una delegazione del MoVimento 5 Stelle composta dai capigruppo di Camera e Senato Giuseppe Brescia e Maurizio Buccarella, insieme a Luigi Di Maio e Danilo Toninelli incontra una delegazione del Partito Democratico composta da Zanda, Speranza, Serracchiani e Guerini. 

Dopo che l’Italia ha avuto per 8 anni una legge elettorale incostituzionale, è giunto il momento di dare al Paese una legge che garantisca una democrazia compiuta e un sistema politico più stabile. Per questo il M5S ha già presentato la propria proposta di legge elettorale, il Democratellum, frutto di un intenso lavoro in rete tra i cittadini, primo esempio al mondo di legge elettorale partecipata.

Il nostro intento è quello di agire rapidamente per sbloccare la situazione che si è venuta a creare con la riforma elettorale frutto dell’accordo tra PD e Forza Italia, l’Italicum, ormai ferma da cinque mesi. Vogliamo lavorare in maniera seria ed efficace per essere, nella definizione della legge elettorale, un interlocutore politico che rappresenta milioni di italiani. Non avete più scuse.

Guarda il video integrale della giornata | M5S Camera e Senato

22 giugno 2014

Raccolta porta a porta dei rifiuti: differenziata dal 39% al 73%

calotta_portaportaIl nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ha preso il via nel Comune di Palazzolo sull’Oglio il 17 marzo scorso. Obiettivo dell’Amministrazione era quello di migliorare la qualità dell’ambiente e di incrementare la percentuale di rifiuti differenziati, che nel 2013 era stata in media del 39%.

Nelle prime due settimane di raccolta, dopo l’eliminazione completa dei cassonetti, dal 24 marzo al 5 aprile, la percentuale di differenziata ha raggiunto il 66,5%. Sono state raccolte infatti 113,48 tonnellate di rifiuti indifferenziati e 225,08 tonnellate di frazione differenziata.

Nel mese di aprile si sono consolidati i primi risultati positivi e il dato della raccolta differenziata è ulteriormente migliorato, raggiungendo il 73,51%. Nel dettaglio, sono state 175,83 le tonnellate di rifiuti indifferenziati prodotti nel corso del mese e 487, 86 le tonnellate di frazione differenziata raccolta.

Un ulteriore, seppur più contenuto, progresso è stato registrato nel mese di maggio. Sale infatti al 75,55% la percentuale di raccolta differenziata, risultato della produzione di 182,75 tonnellate di rifiuti indifferenziati e 564,67 tonnellate di frazione differenziata.

(more…)

20 giugno 2014

Democratellum vs Italicum

italicum-vs-propostaM5SDue persone, una delle quali con una condanna definitiva per frode fiscale, chiuse in un bunker contro decine di migliaia di cittadini che hanno espresso il loro parere attraverso 227.870 voti.

Una legge fatta dai partiti per i partiticontro una legge fatta dai cittadini per i cittadini.

Sono queste le principali differenze fra il cosiddetto “Italicum” e il “Democratellum”.

Leggi i dettagli!

(more…)

13 giugno 2014

LEX: proposta di incentivazione Car Sharing / Car Pooling

Filed under: Good News,Proposte tematiche,Rovato 5 stelle,Trasporti — rovato5stelle @ 07:00
Tags: ,

carpooling_m5sNonostante la crisi del mercato dell’automobile e il rilevante calo delle immatricolazioni che, secondo l’Unrae (Associazione delle Case automobilistiche estere in Italia), nel 2013 ha toccato il -7,1%, le auto private italiane sono più di 37 milioni, il numero più alto in Europa e sono responsabili di inquinamento, congestione, incidenti, consumo del suolo tra i più alti in Europa.

Il parco circolante tra il 2008 e il 2012 è aumentato del 2,73%, cioè di 986.612 autovetture. Il nostro Paese è da sempre legato ad una solida tradizione motoristica ed in particolare le automobili, rimangono in testa ai principali mezzi di trasporto scelti per spostarsi nelle città della Penisola (93%), la maggioranza degli italiani continua a considerare l’auto personale come il mezzo di trasporto preferito e secondo una ricerca Deloitte, due su tre, hanno intenzione di acquistarne una nei prossimi tre anni. Il tasso di motorizzazione e di pluri-motorizzazione delle famiglie italiane è tra i più alti d’Europa. Abbiamo un primato europeo anche sulle vendite ai privati mentre è bassa la quota di auto vendute alle aziende, ciò significa che l’automobile in Italia rimane un “bene passionale”, un bene che i privati desiderano acquistare, possedere e mantenere a proprie spese. Si desidera conservare la proprietà della propria auto.

(more…)

Pagina successiva »

The Rubric Theme. Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 51 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: