Rovato 5 stelle

12 agosto 2013

Parlamento pulito: PD, PDL, SC e lega votano contro. Vergognosi!

parlamento_pulito_10sett2010Anna Finocchiaro, ‪‎PD‬: « Siamo sfavorevoli all’urgenza sul disegno di legge sulla non candidabilità dei condannati, perciò il mio gruppo voterà contro. »

Guarda il video della votazione

Si tratta della legge di iniziativa popolare “Parlamento Pulito per la quale sono state raccolte ormai 6 anni fa 350.000 firme in un solo giorno.

Questa legge¹ è composta di tre punti, uno dei quali è il ripristino delle preferenze. Il PD ha bocciato la sua calendarizzazione urgente, insieme a ‎PDL‬, ‎SC‬ e ‪‎Lega‬. ‪SEL‬ ha votato a favore insieme al M5S. Domantatevi perché.

__

¹ La legge è stata proposta da quello che poi sarebbe diventato il MoVimento 5 Stelle e sottoscritta da 350.000 cittadini in un solo giorno l’8 settembre 2007 durante l’evento che si intitolò “Vaffanculo Day”. Qui il testo della legge: http://bit.ly/parlamento-pulito-pdf

3 settembre 2011

Roma 10 Settembre 2011 Parlamento pulito

Filed under: Good News,Informazione,Politica,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 09:10
Tags: , ,

Una nuova legge elettorale è già disponibile, lo è da quattro anni, è “Parlamento Pulito” la proposta di iniziativa popolare che prevede l’elezione diretta dei candidati, un massimo di due mandati, nessun condannato definitivo eleggibile.

Nessun partito si è premurato di metterla all’ordine del giorno, Schifani è scomparso, Napolitano dorme. L’11 luglio alcuni parlamentari di Pd, Idv e Sel hanno depositato in Cassazione la proposta di referendum abrogativo della attuale legge elettorale. Ora lanceranno banchetti estivi per raccogliere entro fine settembre almeno 500.000 firme. Sarà un trionfo carnevalesco di un’opposizione i cui membri sono stati tutti “nominati” (senza che nessuno muovesse un dito) nelle ultime due tornate elettorali: nel 2006 e nel 2008. Realpolitik per i gonzi per il mantenimento delle poltrone.

Le firme per una nuova Italia sono già state raccolte, sono 350.000, giacciono da quasi un lustro, per unica responsabilità dei partiti, nelle cantine del Senato.

Sabato 10 settembre 2011 al Parlamento si chiederà che sia immediatamente discussa la legge Parlamento Pulito in una sessione pubblica.

Non esiste un solo parlamentare che abbia rinunciato alla pensione e ai “rimborsi” pubblici. Non è necessaria una legge. E’ sufficiente un assegno al Tesoro della somma percepita.

Rispetto ai suoi successori Craxi aveva più dignità. Almeno non ti prendeva per il culo. In Parlamento spiegò che se lui rubava, allora tutti rubavano e se qualcuno non era d’accordo si alzasse in piedi. Nessuno si alzò, le mani dei deputati tenaci sugli scranni, un comportamento da vere cozze da scoglio.

La legge porcata Calderoli fu approvata dal governo Berlusconi nel 2006, gli successe Prodi che in due anni non la cambiò, e neppure ci provò. Nessuno protestò. Ora, invece di portare la legge Parlamento Pulito in discussione al Senato, gli stessi che non hanno mosso un dito quando erano al governo, propongono un referendum abrogativo. L’Italia che arretra…  per un popolo senza memoria.

Se venisse abrogata l’attuale legge i condannati potrebbero comunque rimanere in Parlamento insieme alle cozze che hanno superato le due legislature.

La legge Parlamento Pulito li manderebbe invece tutti casa a partire dai segretari di partito, per questo non la mettono all’ordine del giorno.

Tratto da beppegrillo.it

8 agosto 2011

Indagati e condannati nel parlamento italiano

C’è gente che fa leggi e non le rispetta.

C’è gente che pretende sacrifici dai cittadini e sono i primi ad essere oberati di privilegi.

Queste persone sono la casta che c’è in parlamento connessa ai partiti italiani che vivono grazie ai finanziamenti pubblici ed ai rimborsi elettorali.

Oggi pubblichiamo la lista degli indagati e condannati nel parlamento italiano, giusto per rinfrescarci la memoria….

Ecco l’elenco completo

(more…)

15 aprile 2011

Parlamento pulito in Lombardia

Filed under: Good News,Manifestazioni,Politica,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 07:40
Tags:

Era l’8 settembre 2007 quando 350.000 cittadini hanno sottoscritto una proposta di legge di iniziativa popolare denominata “Parlamento pulito” che prevedeva:

  1. via dal Parlamento i condannati in via definitiva
  2. limite di due mandati
  3. reintroduzione della preferenza diretta

Il 14 dicembre 2007 Beppe Grillo consegna al Presidente del Senato Franco Marini le 350.000 firme che accompagnano la proposta di legge e da allora, queste firme e la proposta di legge sono perse nei meandri della burocrazia della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

Il popolo del Vday torna in piazza il 16 aprile, per ricordare che la volontà popolare è sovrana, che quelle firme rappresentano la massima espressione di partecipazione popolare democratica insieme allo strumento del referendum.

(more…)

23 settembre 2010

“Parlamento pulito” finalmente in parlamento

Parlamento pulito è un’iniziativa politica lanciata il 7 giugno 2005 con lo scopo di sensibilizzare i cittadini italiani riguardo alla presenza nel Parlamento della Repubblica Italiana durante la XIV Legislatura (2001-2006) di 25 parlamentari condannati in via definitiva, o destinatari di sentenza di patteggiamento irrevocabile, per reati non colposi.

Il V-Day (abbreviazione di Vaffanculo-Day) è stato un’iniziativa politica italiana finalizzata a presentare una legge di iniziativa popolare che di fatto eredita e prosegue le intenzioni dell’iniziativa Parlamento pulito. Il V-Day si è svolto l’8 settembre 2007, in numerose piazze italiane e di fronte alle ambasciate italiane all’estero. L’unica televisione italiana che ha seguito in diretta l’evento è stata EcoTv (canale Sky 906).

La raccolta di firme ha raggiunto quota 336.144 in un giorno, superando abbondantemente il tetto di 50.000 necessario per far iniziare alla proposta di legge. Finalmente in parlamento.

(more…)

The Rubric Theme. Blog su WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 54 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: