Rovato 5 stelle

17 settembre 2014

Ecopoint a Cologne: rifiuti zero è possibile.

rifiuti-zero-cologne

La dimostrazione che anche alle feste si può differenziare.

Banchetto con informazioni e indicazioni sulla divisione del rifiuto prodotto. Di grande aiuto sono state le stoviglie, bicchieri, ecc. tutti compostabili.

Un solo sacco di indifferenziato prodotto per 250 coperti.

di Stefano Belotti

11 settembre 2014

Rifiuti pericolosi e acqua super critica: il video integrale della serata

acqua-supercritica-rovatoSettimana scorsa si è svolta a Rovato una serata all’insegna dell’informazione. L’evoluzione del trattamento dei rifiuti pericolosi, che ad oggi è poco conosciuta.

Un sistema che permette di recuperare energia senza incenerire.

RELATORI:

  • Roberto Fiorendi, esperto “Progetto Rifiuti Zero”
  • Gianluca Cuc, chimico esperto di inquinamento ambientale.

Quanto ci prendono in giro i mezzi d’informazione?

Per scoprirlo occorre guardare il video integrale. Buona visione.

Ecco il video integrale della serata

3 settembre 2014

Rifiuti zero a Rovato: acqua super critica

Filed under: Franciacorta,Good News,Manifestazioni,Politica,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 20:34
Tags: ,

rifiuti_zeroGiovedi 4 Settembre alle ore 20:30 è prevista a Rovato presso il Foro Boario in via Garibaldi, 1 è stata organizzata una serata all’insegna dell’informazione.

L’evoluzione del trattamento dei rifiuti pericolosi, che ad oggi è poco conosciuta.

Un sistema che permette di recuperare energia senza incenerire.

RELATORI:

  • Roberto Fiorendi, esperto “Progetto Rifiuti Zero”
  • Gianluca Cuc, chimico esperto di inquinamento ambientale.

Per informazioni: http://goo.gl/wpyQQf | Evento Facebook

21 febbraio 2014

Domani Convegno sui rifiuti a Brescia: Calotta o “porta a porta”?

calotta_portaportaUn convegno per mettere a confronto il sistema “a calotta” con il “porta a porta”. Si terrà sabato 22 febbraio 2014 alle 15, presso il Centro Civico A. Papa – Via Santellone 2 Brescia (zona Badia), un convegno organizzato dal MoVimento 5 Stelle di Brescia, mirato a confrontare difetti e virtù dei due modelli di gestione dei rifiuti tra cui Brescia dovrà presto scegliere: porta a porta e cassonetti a calotta.

La posizione del MoVimento 5 Stelle sul tema, spiega una nota, non nasce da una “ideologia”, ma dal confronto con i dati ufficiali e con i modelli più virtuosi d’Italia e del mondo, che saranno presentati e confrontati durante l’evento. All’evento interverranno:

  • ALESSIO CIACCI – Personaggio Ambiente 2013
  • ING. MASSIMO CERANI – consulente per la gestione dei rifiuti
  • DINO ALBERTIPortavoce Deputato M5S alla Camera
  • LAURA GAMBAPortavoce Consigliere M5S nel Comune di Brescia
  • GIAMPIETRO MACCABIANIPortavoce Consigliere M5S in Regione Lombardia

8 novembre 2013

Conferenza Rifiuti Zero a Erbusco

 rifiuti_zeroSabato 9 Novembre presso il Teatro comunale di Erbusco (BS) alle ore 15:00 - Conferenza “Rifiuti Zero”

  • Roberto Fiorendi – Esperto progetto Rifiuti Zero
  • Gianluca Luc – Chimico esperto di inquinamento ambientale
  • Ezio Orzes – Assessore alle politiche ambientali e dell’energia di Ponte nelle Alpi (primo comune in italia per raccolta differenziata)

Dove si trova | Evento Facebook

6 ottobre 2013

Proposta di legge Rifiuti Zero arriva in parlamento

rifiuti_zeroOttantamila firme raccolte in tutta Italia per la Legge di Iniziativa Popolare Rifiuti Zero consegnate lunedì 30 settembre agli uffici della Camera dei Deputati.

Prima della consegna gli animatori della Legge hanno incontrato la stampa in Piazza di Montecitorio davanti ad una simbolica piramide di scatoloni di firme raccolte; successivamente una delegazione di Rifiuti Zero ha incontrato la Presidente della Camera Laura Boldrini per raccomandare attenzione al tema e al percorso parlamentare della Legge Rifiuti Zero.

Intervista a Rossano Ercolini del Comitato Legge Rifiuti Zero

La Legge Rifiuti Zero disegna un progetto organico sull’intero ciclo dei rifiuti che mette al bando l’attuale sistema basato sull’incenerimento e sulle discariche. Sin dai primi mesi dell’anno in tutte le aree del Paese si è assistito ad una straordinaria mobilitazione attorno alla proposta di legge che ha animato moltissimi comitati territoriali, ha permesso l’organizzazione di convegni e momenti informativi, ha coinvolto centinaia di attivisti nella raccolta firme.

La consegna delle firme avviene nello stesso giorno in cui si chiude Malagrotta, la discarica più grande d’Europa al centro di una lunga mobilitazione dei comitati locali.

23 maggio 2013

Obiettivo 90% di raccolta differenziata

Filed under: Ambiente,Economia,Energia,Rifiuti,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , ,

funzionamento_inceneritoreIl convegno del M5S sulla strategia Zero Waste: ospiti Crimi, Gampa ed esperti come Ruzzenenti e Cerani. Obiettivo 90% di raccolta differenziata. – Guarda il video completo

Riprendiamoci Brescia, un passo alla volta, il Movimento 5 Stelle si avvicina alla tornata elettorale dei prossimi 26 e 27 maggio con quello che fin dagli esordi, quando tutto era ancora un Meet Up, è sempre stato un suo cavallo di battaglia. Lo ha ricordato proprio Vito Crimi, in apertura al convegno andato in scena ieri pomeriggio presso l’auditorium Capretti degli Artigianelli, in Via Piamarta: “Il mio primo impegno da attivista, ed eravamo solo un Meet Up, risale al 2007 e fu diretto proprio su questo tema. Partecipare e aderire all’assemblea nazionale per i Rifiuti Zero, cambiare completamente metodo perché questo è il punto fondamentale. Non è più solo un problema tecnologico ma è un problema culturale: bene sarà quando non penseremo più ai rifiuti come una risorsa, ma quando potremo dire rifiuti, quali rifiuti?”.

Un tema che sembra interessare parecchio Brescia e Provincia, lo dimostrano gli incontri cittadini (l’ultimo dei quali organizzato un paio di giorni fa da Brescia Solidale e Libertaria) o l’avvicinarsi del Firma Day che coinvolge perfino gli studi di Radio Onda d’Urto. Zero Waste, rifiuti zero: un movimento internazionale che si pone l’obiettivo di raggiungere la quota zero assoluto, o quasi, entro il 2020 perché ancora oggi “l’Europa vive una totale insostenibilità ecologica”.

Come ha ricordato il celebre Marino Ruzzenenti, un vero e proprio sistema: “Un sistema costruito nel secolo scorso dall’ingegner Renzo Capra e che ha segnato profondamente la città, una città che oggi eredita le più esemplari trappole tecnologiche del secolo scorso. Grandi sistemi centralizzati, spreco pazzesco di risorse, uso e abuso di combustibili fossili”. Il riferimento chiaro è all’inceneritore, “costretto a funzionare a pieno regime perché legato al teleriscaldamento e alla produzione di energia, insomma dobbiamo alimentarlo a tutti i costi, e i rifiuti bresciani non bastano, bisogna importarli da fuori Provincia”.

Se non si mette in discussione questa strategia non se ne esce più fuori – ha aggiunto Massimo Cerani, ingegnere esperto di gestione dei rifiuti – e se vogliamo parlare di revisione delle politiche ambientali ed energetiche non possiamo allora non mettere in discussione questa cattedrale, questo inceneritore. Un impianto che anche dal punto di vista tecnologico è stato realizzato in ottica di risparmio, un impianto mostruoso da 800mila tonnellate (tra i più grandi d’Europa) ma che copre meno di 80mila abitanti. A conti fatti, prende i rifiuti da 100 e dà calore a uno. Oppure, prende i rifiuti da 100 e dà energia elettrica a due. La nostra più che una provocazione è una constatazione: non serve assolutamente a nulla!”.

Eppure, continua Cerani, un impianto di questo tipo a pieno regime e a pieno utilizzo potrebbe ‘sfamare’ i bisogni energetici di circa cinque milioni di abitanti, “praticamente mezza Lombardia”. Oltre a Brescia, i paesi virtuosi: le esperienze del bergamasco, raccontate anche dai consiglieri Giampiero Maccabiani e Dario Violi, il riferimento magari alle esperienze bresciane come la leghista Prevalle o la piddina Castel Mella.

Se io devo portare una cosa a zero, allora devo cercare di non produrla – spiegano infatti i grillini nel loro gran finale – Dobbiamo imparare a comportarci in un certo modo, con il riuso o il riciclo. E dobbiamo imparare a rispondere a tutti quegli amministratori che per giustificare l’incenerimento parlano di recupero di energia. La normativa europea invece parla chiaro: il recupero di energia è subordinato al recupero di materia. Ovvero, tutto ciò che può essere recuperato in materia non può e non deve essere recuperato in energia”.

Tratto da Brescia Today

16 maggio 2013

Rossano Ercolini spiega perchè gli inceneritori scompariranno

macchina_rifiuti“La stessa Europa ha detto per uscire dalla crisi serve lanciare come volano industriale l’industria del riciclaggio, negli Stati Uniti impiega di più l’industria del riciclaggio di quella automobilistica.  Ho avuto modo di incontrare a Washington, le Unions, i sindacati americani che sostengono la strategia Rifiuti Zero, d’altronde non è che si voglia essere invasati di passione civile, sono ragionamenti anche freddamente economici. Solo una buona fetta di classe politica italiana e amministrativa continua a essere estremamente contigua e collusa, magari al livello intellettuale, non necessariamente in modo sporco e corrotto, però collusa con l’industria sporca assistita dell’incenerimento dei rifiuti.”

Rossano Ercolinicoordinatore del centro ricerca Rifiuti Zero del comune di Capannori e vincitore del premio Goldman Enviromental Prize 2013

» Guarda il video integrale

9 maggio 2013

Rifiuti Zero: 18 maggio 2013 a Brescia

rifiuti_zero_18_maggio_bresciaLa strategia “Rifiuti zero” non è un’utopia, ma una pratica virtuosa, applicata con successo in molti paesi al mondo in alternativa ad inceneritori e impianti a biomasse. Gli attivisti bresciani e bergamaschi del MoVimento Cinque Stelle desiderano condividere con i cittadini e gli amministratori locali i risultati di anni di studio, presentando informazioni, esempi e proposte concrete e rispondendo a tutte le domande.

Intervengono Marino Ruzzenenti, Massimo Cerani, Vito Crimi, Giampietro Maccabiani, Cons. Regionale Dario Violi, Laura Gamba, candidata portavoce sindaco per Brescia

Con l’occasione sarà anche possibile raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare http://www.leggerifiutizero.it/

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming.

Evento Facebook

19 aprile 2013

Rifiuti zero: raccolta firme per imporre la discussione in parlamento

Filed under: Ambiente,Economia,Energia,Good News,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: ,

E’ cominciata ufficialmente l’ultimo fine settimana ( 13 e 14 aprile ) con il primo firma day  la campagna di raccolta firme per la rifiuti_zeroLegge di iniziativa popolare Rifiuti Zero. L’obiettivo è di superare largamente le sole 50 mila firme necessarie per imporre al Parlamento la discussione del testo di legge. Un campagna che sta vedendo sorgere in tutte le regioni i comitati promotori che organizzano e sostengono la Lip Rifiuti Zero.

Comitati, reti territoriali, associazioni e centri sociali stanno provando a costruire un processo di partecipazione popolare sul tema dello smaltimento dei rifiuti nel nostro paese. Un campagna, quella della Lip Rifiuti Zero, che arriva dopo le recenti misure adottate dal governo Monti e nello specifico dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini che dà la possibilità di bruciare i rifiuti nei cementifici attraveso la norma che assimila i rifiuti agli altri combustibili.

Una pazzia.

(more…)

Pagina successiva »

The Rubric Theme. Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 55 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: