Rovato 5 stelle

22 ottobre 2010

Classifica Libertà di stampa 2010. Italia come il Burkina Faso

Filed under: Informazione,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 08:41
Tags: , ,

Saranno orgogliosi i nostri nonni che magari hanno combattutto la guerra per una cosa chiamata Libertà. Nel 2010 L’italia risulta 49° nella classifica dell’organizzazione Report Sin Frontier che difende i diritti dei giornalisti e stila la classifica mondiale.

Un altro anno da paese parzialmente libero. Nella classifica annuale di Reporters sans frontières l’Italia mantiene il 49° posto a pari merito con il Burkina Faso e in leggero vantaggio su El Salvador. Nelle motivazioni del rapporto, pubblicato oggi, si legge: “Non c’è stato alcun progresso in vari paesi dove Rsf ha evidenziato problemi. Tra questi, soprattutto, Francia e Italia, dove gli eventi dello scorso anno – le violazioni della tutela delle fonti dei giornalisti, la continuaconcentrazione della proprietà dei media, le dimostrazioni di disprezzo e di impazienza da parte di esponenti governativi nei confronti dei giornalisti e del loro lavoro, le convocazioni giudiziarie – hanno confermato la loro incapacità di invertire questa tendenza.

“È inquietante vedere come molti paesi membri dell’Unione Europea continuino a scendere nella classifica – ha dichiarato oggi Jean-François Julliard, segretario generale di Rsf – Se non si marcia insieme, l’Unione Europea rischia di perdere la sua posizione di leader mondiale nel rispetto dei diritti umani. Se ciò dovesse accadere, come potrebbe essere convincente quando chiede ai regimi autoritari miglioramenti nel rispetto dei diritti umani? C’è bisogno urgente per i paesi europei di recuperare un comportamento esemplare”.

Il Nord Europa sempre in testa – Al primo posto, a pari merito, si trovano Finlandia, Islanda, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Svizzera. Tutti hanno già avuto quest’onore da quando la classifica è stato creata nove anni fa, tranne che nel 2006 (Norvegia) e 2009 (Islanda). Si tratta di sei nazioni in cui il rispetto per i giornalisti e in generale per il lavoro dei mass-media è considerato un valore intoccabile così come la necessità di proteggerli da abusi giudiziari.

Dieci paesi in cui essere giornalisti è pericoloso – Fino al 2009, nelle otto edizioni precedenti della classifica, le ultime tre posizioni della classifica erano sempre occupate da Eritrea, Corea del Nord e Turkmenistan. Quest’anno, il “gruppo delle peggiori” si è allargato a dieci paesi, caratterizzati dalla persecuzione ai danni dei media e da una completa mancanza di notizie e informazioni: oltre ai 3 già citati, Laos, Rwanda, Yemen, Cina, Sudan, Syria, Birmania e Iran. In paesi apertamente in guerra o dove sono presenti conflitti interni, come l’Afghanistan, Pakistan, Somalia e Messico, “una cultura di violenza e impunità – spiega il comunicato di Rsf che accompagna la classifica – rende la stampa il bersaglio preferito”. I giornalisti vengono spesso sequestrati. Basti pensare a Stéphane Taponier e Hervé Ghesquière, giornalisti della TV francese in ostaggio in Afghanistan da 300 giorni.

La crescita economica non significa libertà di stampa – I paesi del cosiddetto “BRIC” – Brasile, Russia, India e Cina – hanno avuto una fase di sviluppo economico abbastanza simile, ma le differenze nel campo della libertà di stampa per il 2010 sono notevoli. Grazie a positive modifiche legislative, il Brasile (58°) è salito di 12 postazioni rispetto all’anno scorso, mentre l’India (122°) è scesa di 171. La Russia è classificata molto in basso, al 140° posto. Il caso di Anna Politkovskaya, la giornalista russa assassinata il 7 ottobre del 2006 davanti all’androne della propria abitazione, che ha avuto grande risonanza in Europa, non è un caso isolato. Il 19 gennaio dello scorso anno Anastasia Baburova, giornalista 25enne russa che scriveva nello stesso giornale della Politkovskaya, è stata uccisa nel pieno centro di Mosca con un colpo di pistola alla nuca. Infine, la Cina, che come testimoniano le reazioni al premio Nobel assegnato a Liu Xiabo, condannato a 11 anni di carcere continua a censurare e incarcerare i dissidenti. Unica nota positiva del panorama cinese, una blogosfera molto attiva e vivace che continua, con grande fatica, a “bucare” il muro della censura.

Pos Paese Nota
1 Finlandia 0,00
Islanda 0,00
Norvegia 0,00
Paesi bassi 0,00
Svezia 0,00
Svizzera 0,00
7 Austria 0,50
8 Nuova Zelanda 1,50
9 Estonia 2,00
Irlanda 2,00
11 Danimarca 2,50
Giappone 2,50
Lituania 2,50
14 Belgio 4,00
Lussemburgo 4,00
Malta 4,00
17 Germania 4,25
18 Australia 5,38
19 Regno Unito 6,00
20 Stati Uniti 6,75
21 Canada 7,00
Namibia 7,00
23 Ungheria 7,50
Repubblica Ceca 7,50
25 Jamaica 7,67
26 Capo Verde 8,00
Ghana 8,00
Mali 8,00
29 Costa Rica 8,08
30 Lettonia 8,50
Trinidad et Tobago 8,50
32 Polonia 8,88
33 Cile 10,50
34 Hong-Kong 10,75
35 Slovacchia 11,50
Surinam 11,50
37 Uruguay 11,75
38 Sud Africa 12,00
39 Spagna 12,25
40 Portogallo 12,36
41 Tanzania 13,00
42 Corea del Sud 13,33
Papua Nuova Guinea 13,33
44 Francia 13,38
45 Cipro 13,40
46 Slovenia 13,44
47 Bosnia 13,50
48 Taïwan 14,50
49 Burkina Faso 15,00
Italia 15,00
51 El Salvador 15,83
52 Maldive 16,00
Romania 16,00
54 Paraguay 16,25
55 Argentina 16,35
56 Haïti 16,38
57 OECS 16,50 nc
58 Brasile 16,60
59 Guyana 16,63
60 Togo 17,00
61 Chypre (partie Nord) 17,25
62 Botswana 17,50
Croazia 17,50
64 Bhoutan 17,75
65 Maurice 18,00
Seychelles 18,00
67 Guinée-Bissau 18,25
68 Macedonia 18,40
69 République centrafricaine 18,50
70 Bénin 19,00
Bulgaria 19,00
Comores 19,00
Grecia 19,00
Kenya 19,00
75 Moldavia 19,13
76 Mongolia 19,42
77 Guatemala 20,25
78 Libano 20,50
79 Malawi 21,00
80 Albania 21,50
81 Panama 21,83
82 Zambie 22,00
83 Nicaragua 22,33
84 Liberia 22,50
85 Serbia 23,00
86 Israël (territoire israélien) 23,25
87 Emirats arabes unis 23,75
Koweït 23,75
Tonga 23,75 nc
90 Lesotho 24,00
91 Sierra Leone 24,25
92 Kosovo 24,83
93 Sénégal 25,00
Timor-Leste 25,00
95 Mauritania 25,38
96 Uganda 25,50
97 République dominicaine 26,13
98 Mozambico 26,50
Georgia 27,00
101 Arménia 27,50
Equador 27,50
103 Bolivia 28,13
104 Angola 28,50
Montenegro 28,50
Niger 28,50
107 Gabon 28,75
108 Burundi 28,88
109 Péru 30,00
110 Djibouti 30,50
111 Samoa 33,00 nc
112 Tchad 33,17
113 Guinea 33,50
114 Congo 33,60
115 Tadjikistan 34,50
116 Madagascar 34,88
117 Indonésia 35,83
118 Costa D’Avorio 36,00
119 Népal 36,38
120 Jordanie 37,00
121 Qatar 38,00
122 India 38,75
123 Zimbabwe 39,50
124 Oman 40,25
125 Gambie 40,50
126 Bangladesh 42,50
127 Egypte 43,33
128 Cambogia 43,83
129 Cameroun 44,30
130 Irak 45,58
131 Ucraina 46,83
132 Israël (hors territoire israélien) 47,00
133 Algeria 47,33
Venezuela 47,33
135 Marocco 47,40
136 Messico 47,50
Singapore 47,50
138 Turchia 49,25
139 Etiopia 49,38
140 Russia 49,90
141 Malesia 50,75
142 Brunei 51,00
143 Honduras 51,13
144 Bahreïn 51,38
145 Colombia 51,50
Nigeria 51,50
147 Afghanistan 51,67
148 République démocratique du Congo 51,83
149 Fidji 52,75
150 Territoires palestiniens 56,13
151 Pakistan 56,17
152 Azerbaïdjan 56,38
153 Thaïlande 56,83
154 Bélarus 57,00
155 Swaziland 57,50
156 Philippines 60,00
157 Arabia Saudita 61,50
158 Sri Lanka 62,50
159 Kirghizstan 63,00
160 Libia 63,50
161 Somalia 66,00
162 Kazakhstan 68,50
163 Ouzbékistan 71,50
164 Tunisia 72,50
165 Viêt-nam 75,75
166 Cuba 78,00
167 Guinée équatoriale 79,00
168 Laos 80,50
169 Rwanda 81,00
170 Yémen 82,13
171 Cina 84,67
172 Soudan 85,33
173 SIria 91,50
174 Birmania 94,50
175 Iran 94,56
176 Turkménistan 95,33
177 Corée du Nord 104,75
178 Eritrea 105,00

Tratto dal Fatto Quotidiano e Reporters Sans frontieres

Annunci

1 commento »

  1. It’s just…horrible!!!

    Commento di Cristiano Cassano — 5 ottobre 2011 @ 17:17 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: