Rovato 5 stelle

2 settembre 2012

Incontro dei 4 sindaci M5S: gli interessi economici sui rifiuti

Filed under: Good News,Rifiuti,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 07:00

Nonostante il tempo poco clemente, Venerdi 31 agosto alla festa del M5S di Brescia a Roncadelle interessante discussione tra i 4 sindaci del M5S eletti alle ultime elezioni Parma (Federico Pizzarotti), Mira ( Alvise Maniero) , Sarego (Roberto Castiglion), Comacchio (Marco Fabbri).  Intervenuto all’inizio della serata anche Beppe Grillo che poi ha lasciato spazio alla discussione, presenti nel pubblici vari esponenti del M5S tra cui Giovanni Favia.

Incontro interessante, piacevole la vista di quattro giovani esponenti che finalmente possono dare il loro contributo e le loro idee per migliorare il loro comune indipendentemente dalle ideologie che hanno bloccato l’Italia negli ultimi anni.

Sono stati vari i temi trattati, ma un particolare occhio, anche vista la recente notizia della richiesta di sequestro dell’inceneritore di Parma, è stato messo nei confronti dei rifiuti e degli inceneritori insieme al sindaco di Roncadelle che si è dimostrato molto sensibile all’argomento.

Chiaro l’intento ed il piano globale di rivedere in modo globale il processo economico dei rifiuti, non solo puntanto sulla raccolta differenziata spinta, ma anche proponendo iniziative e normative che puntino alla minore produzione di rifiuti. Nelle discussione sono usciti i vari problemi che nascono delle lobby dei rifiuti, dalle ditte produttrici di cassonetti ( che non consentono RD di alto livello), all’impossibilità di controllo da parte del comune delle multi utility private che perdono di vista l’interesse collettiva puntando solo a utili economici, allo scandalo degli incentivi CIP6 e i relativi problemi di salute dei cittadini e non solo che nascono.

Particolarmente significativo il problema della presenza di inceneritori (particolarmente sentito a Brescia) e del fatto che non possono e non potranno essere la soluzione al problema dei rifiuti. Non permettono di eseguire e migliorare la raccolta differenziata. La situazione analizzata ha illustrato come qualsiasi inceneritore, creato attraverso un piano finanziario di 20 anni, abbia costante determinante, la costante immissione di rifiuti. Se, come  sta avvenendo in varie aree non solo nel bresciano, la raccolta differenzia viene potenziata in modo notevole, è chiaro che l’inceneritore per continuare e rispettare il proprio piano economico deve importare rifiuti dall’esterno.

Situazione assurda, senza senso e poco educativa verso chi esporta rifiuti. Piccola nota finale, peccato che gli articoli dei giornali nostrani abbiano parlato solo dei 10 minuti di Grillo, dimenticando le 2 ore e mezza di discussione successiva ( articolo Giornale di Brescia, articolo Bresciaoggi ).

I video della serata: Parte 1 – Parte 2 – Parte 3 – Parte 4Parte 5Parte 6Parte 7

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: