Rovato 5 stelle

4 settembre 2012

Rimborsi elettorali regionali 2010: M5S l’unico a rifiutarli

I partiti non sono tutti uguali? Quando intascano i rimborsi elettorali sembrerebbe proprio di si, alla faccia della crisi economica che sta tartassando l’Italia in questo momento. 74.000.000 di Euro solo per le regionali 2012, un mare di soldi pubblici.

Quante cose si potrebbero fare con 74.000.000 di Euro invece di ingrassare la casta e gli amici dei partiti?

Oggi analizziamo come la stessa notizia venga data da il Fatto Quotidiano ( Giovedi 30 agosto 2012 ) e da L’espresso.

L’Espresso ha pubblicato un interessante articolo in merito dimenticandosi di un particolare importante. L’unico a rifiutare i rimborsi elettorali è stato il Movimento 5 Stelle. Quanto? Più di 600.000 EU

Anche il Fatto Quotidiano ha pubblicato un articolo simile, ma a differenza della succursale PD ( Espresso ) hanno giustamente indicato nella tabella il fatto che il M5S ha rinunciato in toto al rimborso.

Un caso che l’Espresso si sia “dimenticato” questo piccolo particolare? L’informazione Italiana viene pilotata e guidata solo ai fini degli interessi del partito di riferimento della testata. Questo è l’ennesimo esempio. Passate parola.

L’analisi del Fatto: “Un affare per i politici di movimenti piccini e listoni padronali, l’ennesima patacca per le casse pubbliche: dichiarano spese per 63 milioni di euro e ne incassano 185. Tanto il controllo è postumo a torta divisa e quasi digerita. 

In questa riffa di 45 agglomerati di candidati, i pezzi più grossi finiscono ai partiti nazionali: il Popolo della Libertà ha certificato costi per 20 milioni di euro e con gli assegni 2010-2011 ha già pareggiato lo sforzo economico.

Il Partito democratico può annunciare un guadagno di 6 milioni; la Lega Nord è in attivo di 5 milioni e l’Italia dei Valori di 2.

La parte divertente, volendo sentirsi un po’ masochisti, la interpretano i listoni di una botta e via. Nel senso creati per l’occasione, e poi dissolti.  

Io amo la Lucania di Magdi Cristiano Allam (editorialista de il Giornale) ha attraversato un’esistenza grama spendendo circa 3mila euro, però si è rifatta con lo Stato: per il momento, in banca ne ha ricevuti 41mila.

La rete raccatta-voti chiamata La Puglia prima di tutto, una rete di consolidate tradizioni e non soltanto per aver ospitato Patrizia D’Addario in corsa per il comune di Bari, può godersi il successo con 500mila euro a fronte di uscite per 163mila euro.

E la pacchia andrà avanti, sino al 2015. Anche i Pensionati sanno tenere il pallottoliere: hanno scucito 45mila euro e fanno bingo con 350mila.

Il movimento Autonomia e Diritti a sostegno di Agazio Loiero (Calabria) li batte tutti: dichiara zero spese e si ritrova 290mila euro. Stessa fortuna per la coalizione Insieme per il Presidente di Pri-Udeur-Nuovo Psi (Marche), Sinistra Ecologia e Libertà Pse, Movimento per le Autonomie e Popolari Uniti.

La Corte dei conti segnala questa sequela di anomalie, ma la politica è maggiorenne, dice, e può correggere se stessa: se vuole, appunto.

Le abbuffate ordinate anni fa non verranno interrotte, per carità.

Ci sono numerosi cartelli elettorali che si scoprono in passivo, però c’è tempo e spazio per rimediare: la distribuzione di denaro pubblico non si ferma. Non ora. Qualcuno deve completare il colpaccio. ”

Articolo tratto da il Fatto Quotidiano

Annunci

1 commento »

  1. […] Quanti argomenti si è dimenticato di citare il giornalista? Ne citiamo solo uno:  i rimborsi elettorali. […]

    Pingback di “Finti Giornalisti” di regime « Rovato 5 stelle — 9 settembre 2012 @ 07:04 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: