Rovato 5 stelle

5 aprile 2013

Franciacorta «pesticidi ancora eccessivi»

Filed under: Ambiente,Rovato 5 stelle,Salute,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , , ,

pesticidiSi sono accorciate le distanze che, sull’uso dei fitofarmaci, dividevano il gruppo «No pesticidi» e il Consorzio per la tutela del Franciacorta e l’Asl di Brescia. Ancora nessun confronto diretto, invece, tra gli ambientalisti e i sindaci della zona.

«Consideriamo singolare – lamenta Marco Dotti, portavoce della trentina di associazioni e comitati che dal settembre 2012 si battono perchè in agricoltura si utilizzino pratiche rispettose della salute pubblica e dell’ambiente – che due enti senza nessun obbligo formale come il Consorzio per la tutela del Franciacorta e l’Asl abbiano deciso di incontrare i cittadini impegnati nella campagna ‘No pesticidi’, mentre a oggi istituzioni rappresentative come i Comuni siano ancora ferme alla promessa di un dialogo senza poi seguito alcuno».

Passi avanti, si diceva, si sono registrati nei faccia a faccia avvenuti in due distinte occasioni tra ambientalisti e Consorzio e Asl. «Si tratta di risultati importanti ma ancora insufficienti» commenta Dotti. Che racconta: «Hanno prospettato di diminuire da 4 a 3, e forse a 2, i trattamenti con diserbanti in ogni stagione. Non si risana il suolo con le mezze misure. I diserbi vanno vietati completamente sotto la pianta perchè inutili e inquinanti».

Pollice verso, hanno accondisceso Consorzio e Asl, nei confronti dei pesticidi classificati come T e T+, cioè tossici e molto tossici. «I fitofarmaci T e T+ sono già usati in quantità marginali – continua Dotti -. La sfida vera è di abolire tutti i prodotti cancerogeni e mutageni utilizzando in loro vece metodi agronomici più salutari».

Insufficiente, infine, per gli ambientalisti, la distanza di 20 metri da scuole e aree sensibili che le macchine agricole debbono rispettare mentre irrorano i vigneti e le colture. «Il limite che chiediamo sia adottato, come del resto prescrive una sentenza del Consiglio di Stato, è di 50 metri», ribadisce Dotti. Solo un regolamento con un alto livello di tutela, a sentire lui, può soddisfare le aspettative dei residenti e nel contempo essere un punto di forza del marketing territoriale.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: