Rovato 5 stelle

2 dicembre 2013

Raccolta differenziata: cresce in Italia, cala a Brescia

L'inceneritore di brescia splende in mezzo alle sue esalazione inquinanti

Scesa al 39,4% ed è record di rifiuti prodotti: in ogni pattumiera dei cittadini 140 Kg in più che a Napoli

Ecologicamente parlando Brescia è in controtendenza rispetto al resto del Paese. Controtendenza negativa. Se in tutta Italia la raccolta differenziata dei rifiuti è aumentata del 1,4 percento, a Brescia è diminuita dello 0,6. I motivi? Noti: la presenza dell’inceneritore più grande d’Europa, la mancanza della raccolta «porta a porta» (presente in tutte le città del Nord, tranne cinque)e l’eccessiva produzione di rifiuti, visto che la pattumiera dei bresciani pesa un quintale in più l’anno rispetto alla media degli italiani.

La gestione rifiuti è il vero tallone d’Achille della Leonessa. Emerge dall’ultimo report Istat «Eco-management e servizi ambientali nella città», che analizza anche i capitoli, acqua, energia e pianificazione dei 119 comuni capoluogo. Brescia ricicla la metà dei rifiuti di Pordenone (79,5%) e tredici volte quelli di Siracusa (3%): è leggermente sopra la media italiana (35%) e fa meglio di altre città lombarde (Pavia è ferma al 34%, Como, Monza e Milano al 38%). Ma nella maxi classifica del riuso del pattume, che divide il Paese a metà (una pervasa da un respiro europeo, l’altra più vicina al Nord Africa) la Leonessa è 76esima, più vicina al gruppetto degli ultimi che al podio. Una performance che è pure fuorilegge, visto che lo scorso anno l’Italia si era impegnata a differenziare almeno il 65% dei suoi scarti (ci sono riusciti solo 10 comuni, nessuno lombardo).

«Brescia è troppo grande per il porta a porta», questa la tesi dei manager A2A. In effetti le dieci prime della classe hanno tutte meno di 130mila abitanti. Ma ci sono anche città (Reggio Emilia) che riciclano un 20% in più di Brescia pur avendo solo 24mila abitanti in meno. Ma le cose sono destinate a cambiare, come annunciato dalla nuova amministrazione di centrosinistra, intenzionata a cambiare metodo di raccolta dei rifiuti. E di conseguenza A2A si sta preparando a sopperire ad un minor afflusso di monnezza, chiedendo alla Regione di poter bruciare biomasse e speciali in tutte e tre le linee dell’inceneritore (che inceneriscono 808 mila metri cubi l’anno). L’impianto di via Codignole porta infatti Brescia ad un primato nel capitolo «energie rinnovabili» (così le chiama l’Istat) doppiando, in fatto di metri cubi d’acqua calda a testa, addirittura la seconda in classifica, Mantova (100 metri cubi). Ultima nota dolente. Brescia non ha i milioni di turisti di Olbia, Rimini e Pisa, eppure i suoi residenti gettano in pattumiera un quintale e mezzo l’anno di scarti più dei napoletani e mezzo quintale in più dei romani: 671 chili a testa l’anno, anche se (causa crisi) sono 60 chili in meno del 2009.

L’Istat sottolinea anche i corposi consumi d’acqua potabile (205 litri a testa, 32 in più della media nazionale) ma perlomeno l’acquedotto ha perdite del 19% , ridotte rispetto al 33% della media-paese. I bresciani in casa consumano invece 100 kWh meno corrente che il resto degli italiani. Ultime curiosità riguardano la gestione «ecologica» della città da parte del Comune: nel suo parco veicoli il 25% è a metano, poco rispetto a città come Pisa (50%) o Modena (39%). Altri due gap da coprire: la Loggia non ha la certificazione Iso 14001 che fissa gli standard di gestione ambientale. E nel 2011 e 2012 il Comune non ha presentato il bilancio sociale di pianificazione ambientale: «documento con il quale – chiarisce l’Istat – presenta gli esiti della sua attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari».

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: