Rovato 5 stelle

16 giugno 2013

Le mani dei partiti su COGEME

Filed under: Proposte tematiche,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , ,

logo_cogemeIl caso di Simone Mazzata, ex segretario della Fondazione Cogeme di Rovato che ha aperto al Tribunale del lavoro di Brescia “un’azione civile contro la discriminazione” nei confronti di Cogeme e della stessa Fondazione, arriva in Parlamento.

Il Movimento 5 stelle ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro del lavoro e delle politiche sociali perché si chiarisca “se tale episodio rientri in un ambito di discriminazione di un lavoratore e, in tal caso, se non intenda intervenire, nell’ambito delle proprie competenze, al fine di contrastare tale ingiustizia“.

Il 48enne Simone Mazzata, dopo il rinnovo del cda a marzo, sarebbe stato sollevato dalla carica di segretario della Fondazione Cogeme perché, spiega una nota congiunta delle segreterie della Cgil regionale Lombardia e di Brescia, “non in linea con la Lega, subentrata dopo la vittoria alle recenti amministrative. Si tratta del primo caso in cui la discriminazione avviene nei confronti di un dipendente e in più nei confronti di un uomo. Al suo posto infatti è stata messa Alessandra Tabacco, nota attivista del Carroccio“.

Ma la Camera del lavoro solleva anche un altro aspetto della vicenda: Mazzata, in qualità di portavoce di un movimento di tutela del territorio (la Grande nonna quercia), sarebbe stato colpito perché “scomodo ai partiti (quasi tutti) – si legge nella nota – che voglio cementificare la terra e in particolare la zona del Po interessata dall’infrastruttura denominata Terzo ponte”.

Tratto da BresciaPoint

Annunci

22 aprile 2012

Rovato e COGEME – Vogliamo un centro di riciclo

Filed under: Rifiuti,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 12:15
Tags: , , ,

L’introduzione della raccolta rifiuti porta a porta a Rovato a fatto passare la percentuale di raccolta differenziata dal 30% a più del 70%. La via intrapresa  riteniamo sia quella corretta ma ora occorre passare alla prossima fase di potenziamento e miglioramento, perchè l’unico obiettivo possibile per i nostri figli  è avere un futuro senza rifiuti, che producono solo costi e disagi ai cittadini.

Gli studi effettuati sugli inceneritori dimostrano in modo inequivocabile l’incidenza sui tumori ( guarda le menzogne dei nostri politici).

Perchè non vengono usate tecniche già collaudate alternative ed in uso in certe regioni italiane?

Centro di Riciclo

Abbiamo parlato parecche volte di Vedelago del nuovo sistema di gestione dei materiali secondari ( che tutti chiamano rifiuti ) chiamato Centro di Riciclo che raggiunge il 99% di smaltimento senza l’uso di inceneritori che studi indipendenti dimostrano aumentano in modo significativo l’incidenza del cancro senza risolvere il problema dello smaltimento (brucio 100 e mi rimane 30 di ceneri pericolose ). La stessa COGEME ente che si occupa della raccolta dei rfiuti si trova in un preoccupante conflitto d’interessi in quanto proprietaria di 2 inceneritori.

Perchè non c’è l’interesse di portare avanto questo modello di sviluppo? Perchè non funziona? Assolutamente no, gli inceneritori ora vengono aperti con la scusa di “produrre energia pulita” ( enorme falsità ) ma con il reale e determinate fattore economico dell’incentivo dei CIP6 ( solo l’inceneritore di Brescia, ruba 60.000.000 di EU ogni anno di soldi pubblici che potrebbero essere destinati ad altre  centinaia di interventi ) che dovrebbero invece finire ai cittadini per interventi di efficenza energetica sulle proprie case per esempio.

Perchè COGEME non investe verso questa direzione invece che verso gli inceneritori? Come si comporterà la nuova amministrazione nei confronti di COGEME in merito a questo tema? Prima di rispondere guardate i 2 video presenti nel post.

22 settembre 2010

Cogeme, LGH e l’inceneritore di Parona

Filed under: Ambiente,Rifiuti,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 16:16
Tags: , , , , , ,

Nell’ultimo articolo del giornale n° 51 di “COGEME” si legge un interessante articolo chiamato “Dieci anni in Lomellina” in cui vengono mostrati numeri e cifre dell’inceneritore di Parona in provincia di Pavia, di proprietà di LGH.

Basandoci su questo articolo proviamo a fare qualche ragionamento e soprattutto qualche domanda alla nuova giunta di Rovato che nuova di zecca deve confrontarsi anche sulle tematiche relative al problema “aumento di tomori” correlati alla presenza di inceneritori.

(more…)

19 gennaio 2010

Riciclare i rifiuti al 99% ? Senza inceneritori?

Filed under: Rifiuti,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 08:05
Tags: , ,

La COGEME ricicla e protegge l’ambiente, ma in realtà attraverso i suoi 2 inceneritori diffonde i tumori nel nostro territorio, prendendosi gli incentivi per la produzione di energia CIP6 da fonte assimilata. Continuano a parlarci di termovalorizzatori, ma chiamiamoli con il loro vero nome,  inceneritori. Ci dicono che sono l’unico metodo fattibile per risolvere il problema dei rifiuti. L’esempio che dimostra il contrario è vicino a Treviso.

La Società Centro Riciclo Vedelago srl gestisce dal 1999 un impianto di stoccaggio e selezione meccanica di rifiuti ai fini del recupero di materiali. L’attività consiste nel ricevere le frazioni secche riciclabili dei rifiuti urbani e assimilati, selezionare i materiali in base alla composizione merceologica, compiere le operazioni necessarie per la riduzione volumetrica, gestire la fase di destinazione in uscita delle singole tipologie di materiali che, in relazione alla possibilità di riutilizzo, vengono consegnati a impianti di seconda lavorazione o a specifiche aziende che impiegano i materiali nei loro cicli produttivi.

Il loro sito internet è http://www.centroriciclo.com, i nostri amministratori, e Cogeme in primis, protranno mai prenderlo come esempio?

(more…)

8 gennaio 2010

Cogeme e conflitti d’interesse sull’inceneritore

Filed under: Politica,Rifiuti,Rovato 5 stelle,Societa — rovato5stelle @ 15:52
Tags: , , , , ,

Condividi su Facebook – Nel sito internet di Cogeme vediamo in bella mostra 5 bambini, sono sorridenti, uno si mette anche le dita del naso, i bambini sono innocenti, e traspirano felicità e voglia di guardare verso un futuro sereno e sostenibile.

Cogeme scrive a chiare lettere: “Nel corso degli anni, ha affinato questo ruolo, diventato un’attenzione strategica e riconducibile al moderno concetto di “responsabilità sociale d’impresa”, cioè alla consapevolezza di perseguire, accanto a risultati economici, anche obiettivi di natura sociale ed ambientale.”

Ma ne siamo proprio sicuri al 100%?

Guardando nel suo bilancio, che ovviamente deve essere pubblico, si scopre che la cogeme possiede BEN DUE INCENERITORI.

(more…)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: