Rovato 5 stelle

12 luglio 2014

Il comune di Monaco risparmia milioni di euro passando a Linux

linux_logoMonaco è la terza città tedesca per numero di abitanti: 1.500.000. 16.000 impiegati al governo locale usavano tecnologia Windows per i loro lavori quotidiani. PC situati in posti diversi con necessità diverse. Nel 2001, c’erano 22 unità organizzative con la proprio team informatico. Un intreccio di diverse versioni software, patch, direttori condivise e permessi utente.

In vista della fine del supporto a Windows XP hanno progettato un enorme cambio di software collettivo. Le linee guida utilizzate sono state: grande numero di applicazioni, interoperabilità tra i diversi sistemi, aggiornamenti costanti, costo di gestione basso, libertà nell’accesso e nell’uso.

Il progetto “LiMux” è stato ovviamente contrastato il più possibile. Il CEO di Microsoft Steve Ballmer è volato direttamente a Monaco per incontrare il sindaco in persona.

Alla fine del 2012, il progetto LiMux ha raggiunto l’obiettivo principale: migrare 12,000 pc a Linux.

Il cambio ha fatto risparmiare alla città più di 10.000.000 di euro. 

Ad Agosto 2013, il costo dell’intero progetto ha raggiunto 23.000.000 comparati con la stima di 34.000.000 solo per aggiornare i sistemi a Windows 7 e alle nuove versioni di Microsoft Office.

tratto da Ubuntu Blog

 

Annunci

24 gennaio 2014

Entro 20 anni città senza bisogno dell’auto

traffico_rovatoAd Amburgo (in Germania) gli amministratori cittadini stanno lavorando ad un progetto che, entro i prossimi 20 anni, da un lato eliminerebbe il bisogno di muoversi utilizzando l’automobile, dall’altro renderebbe la città un luogo più verde, più sano e più piacevole da vivere.

Il progetto prende il nome di Green Network (letteralmente Grünes Netz) e prevede la costruzione di numerose piste ciclabili e percorsi pedonali.

Una fitta rete interconnessa che coprirà ben il 40% della seconda città più grande della Germania e dovrebbe consentire a pendolari, residenti e turisti di muoversi interamente in bicicletta o a piedi.

Stando al quotidiano britannico The Guardian in questo modo Amburgo si doterà di una rete che non solo aiuterà andare da un punto A ad un punto B in modo sostenibile, ma offrirà ai residenti e alle persone che visiteranno la metropoli di fare escursioni, passeggiate, praticare sport o di godere di pic-nic all’aperto direttamente in città. Con l’altro grande vantaggio di ridurre la necessità di prendere la macchina per le così dette gite fuori porta tipiche dei fine settimana.

Tratto da BresciaPoint

30 luglio 2013

Autostrada delle biciclette

biciclettata_parcheggioSembra un progetto futuristico, invece, nella progressista Germania sta per attuarsi la prima autostrada per biciclette del mondo! Probabilmente si chiamerà Radler B-1 e correrà parallela all’autostrada del Nord Reno Westphalia, il tratto stradale tra i più trafficati della Germania, che collega Dortmund a Duisburg, i due centri industriali più importanti e popolati della federazione.

La prima bici-strada rivoluzionerà il piano dei trasporti tedesco, secondo le stime del Ministro socialdemocratico Harry Voigtsberger. Infatti, molti pendolari hanno già deciso dirinunciare alle automobili, per evitare le lunghe e noiosissime code sulla A40, ribattezzata, per l’appunto, l’Autobahn delle lumache.

Spesso i lavoratori tedeschi preferiscono utilizzare le biciclette. Per questo, l’azienda dei trasporti urbani della Ruhr sta studiando i costi e la progettazione di questa bici-strada, che dovrà essere asfaltata, scorrere in piano, libera da incroci e ben illuminata. Lunga 60 km, larga ben 5 m, l’autostrada per biciclette, oltre a risolvere l’emergenza del traffico, assicurerà una minore emissione di sostanze inquinanti nell’aria, favorendo, allo stesso tempo, la viabilità e l’ambiente.

Speriamo che questo modello di pista ciclabile interurbana possa essere presto realizzato ed esportato in tutta Europa!

Galleria fotografica | tratto da tuttogreen.it

18 marzo 2011

La Germania ha scelto: “Puntiamo su sole e vento”… e spegne 7 centrali nucleari.

Filed under: Ambiente,Good News,Informazione,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , ,

Nel 2050 l’80% dell’energia tedesca arriverà da eolico e fotovoltaico. I reattori danno lavoro a 30.000 persone, la green economy ne occupa 340.000.

Li vedi spuntare ovunque, quando viaggi in autostrada dalla capitale verso Monaco e il Sud o Hannover e l’Ovest: col loro sommesso ronzio, le pale dei grandi mulini eolici rompono appena il silenzio della campagna tedesca.

Oppure ovunque, sulle villette dei ricchi bavaresi o sui palazzoni in prefabbricato alla sovietica che Berlino ovest ha ereditato dal comunismo, vedi i pannelli fotovoltaici. L’energia rinnovabile vola in Germania.

(more…)

11 marzo 2010

Napolitano alle corde, mai trasmesso in italia…

In vari articoli di questo blog abbiamo parlato di libertà di stampa.

Sembra così assurdo e irreale questo termine, soprattutto se pronunciato nel 2010.

La libertà di stampa rappresenta il potere dei mezzi di informazione di mettere in difficoltà e controllare funzionari pubblici. Abbiamo trovato questo speciale di una TV tedesca che incarna al meglio queste tre parole.

Qualche TV in italia lo ha mai trasmesso? In Germania è andata in onda sul canale “Stern” in prima serata.

Poi ci sorprendiamo perchè in Europa il termine italia è correlato al termine banana.

Napolitano, ora presidente della repubblica, quando era al parmamento europeo si intascava la bellezza di 700,00 EU a viaggio come rimborso di spese.

Ed ora ci sorprendiamo di come possa, da presidente della repubblica, firmare tutto quello che gli passa sotto mano…

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: