Rovato 5 stelle

25 aprile 2015

Expo: dossier sulle multinazionali che gestiscono il mercato

A 7 giorni da ‪#‎Expo‬, un dossier sulle multinazionali del cibo che gestiscono il mercato badando solo al profitto

http://movimen.to/1KbUd0c a questo link scarica e leggi “I padroni del cibo“: in 22 infografiche il racconto del viaggio degli alimenti “dalla chimica al piatto” in un grande lavoro di investigazione del “Centro nuovo modello di sviluppo” rilanciato dal portale altreconomia.it

cibo-multinazionali

di Mattia Calise

5 dicembre 2013

Proposta di legge costituzionale in discussione on line: Diritto di accesso alla rete.

networkNel S.O del M5S è in discussione un tema importante relativo alla democrazia in Italia, Cioè il diritto di accesso alla rete.

Se il diritto all’informazione coincide con il diritto stesso alla democrazia,è evidente che il grado di democraticità di uno Stato si misura sulla disponibilità delle informazioni, sull’estensione, la quantità e la qualità delle informazioni disponibili, sull’estensione del bacino di accesso alle informazioni, sulle modalità secondo cui esse circolano.

Il disegno di Legge proposto è un’iniziativa che non è nuova in Europauna legge simile è stata approvata in Finlandia il 1 luglio scorso, con un provvedimento ancora più specifico (In Finlandia da oggi la banda larga è un diritto). Per assicurarsi che tutti i Cittadini possano godere allo stesso modo del diritto di collegarsi a Internet, infatti, il Governo finlandese ha stabilito che tutti i provider sono obbligati a fornire a ogni residente una linea a banda larga con una velocità minima di 1 Mbps.

(more…)

15 febbraio 2013

Abolizione delle province

Filed under: Economia,Good News,Rovato 5 stelle — rovato5stelle @ 07:00
Tags: , , , ,

province_italiaLa memoria degli italiani è corta, cortissima. Nel programma del M5S c’è la voce “Abolizione delle province“. Quante volte avete sentito parlare in TV e sui giornali di “Abolizione delle province” da parte dei politici di ogni colore e forma? Centinaia, insieme a tutti i media che ripetevano le loro parole come oro colato.

La domanda di oggi è: “Ma se tutti vogliono abolire le province, perchè tutti i pariti ad ogni elezione si sono candidati?“. Avete notato che in tutte le elezioni provinciali il Movimento 5 Stelle non ha mai partecipato?

Oggi vediamo 2 articoli su questo argomento. Secondo la CGIA di Mestre, contraria all’abolizione, l’eventuale abolizione di tutte le province italiane garantirebbe un risparmio di spesa annuo attorno ai 510 milioni di euro (  510 milioni di euro / anno secondo l’autore sono pochi!!  )

La Confesercenti invece sostiene che dalla soppressione totale delle Province deriverebbero risparmi di spesa stimabili, nell’immediato, in circa 4,5 miliardi, sostiene la Confesercenti, secondo cui “la soppressione generalizzata delle Province, sarebbe, paradossalmente, di più facile attuazione e più logica e razionale nella sua attuazione”.

I dati reali ovviamente si possono solo calcolare attuando questo programma in modo reale, ma fare 2 calcoli di come investire i soldi risparmiati e semplice. L’idea di oggi? 

Il costo dei cavi in fibra ottica ( fonte wikipedia ) varia dai 4000 euro/km di fibra nei piccoli centri (con cavi di spessore molto più contenuto) ai 10000 euro/km di fibra nelle città, cui sono da aggiungere i costi dello scavo per l’interramento e le licenze comunali per aprire i cantieri (dove richieste anche se per opere di pubblica utilità). Quanti anni servono per cablare l’Italia e farla diventare un paese come il resto d’Europa se non più avanzato?

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: